Fumare durante la gravidanza: pericolo per la vita non nata!

"Ogni donna è esortata a smettere di fumare durante la gravidanza il prima possibile", consiglia, ad esempio, la neuroscienziata americana Lise Eliot. Ogni dose di nicotina provoca una riduzione dell'ossigenazione e dei nutrienti nel feto a causa della diminuzione del flusso sanguigno alla placenta. Gli episodi finora noti includono basso peso alla nascita, aumento del rischio di sindrome da morte improvvisa infantile (SID), nonché iperattività e difficoltà di apprendimento in età scolare.

Sottopeso sottostimato

Soprattutto il sottopeso dei neonati è stato sottovalutato come rischio per la salute. Perché anche se i pesi leggeri hanno raggiunto i bambini non fumatori sulle scale dopo poche settimane, la differenza non è fuori discussione: i bambini che sono troppo leggeri alla nascita e devono guadagnare molto durante le prime settimane di vita per raggiungere un peso normale Quando gli adulti arrivano, sono spesso tormentati da un'obesità patologica - un destino che ogni madre responsabile dovrebbe risparmiare il più possibile il figlio.

Le conseguenze per i bambini esposti alla nicotina durante la gravidanza sono molto maggiori di quanto molti fumatori voglia ammettere. Quindi il danno diretto per la salute del bambino comporta un rischio molto elevato che in seguito diventi lui stesso un fumatore. Non importa se la madre si fuma, o se la donna incinta è esposta al fumo degli altri.

Conseguenze a lungo termine della nicotina

Il consumo di sigarette durante la gravidanza, ma ha più effetti tardivi per il bambino. In uno studio a lungo termine, pubblicato nel British Health Journal BMJ (Volume 324, pagg. 26-27), iniziato nel 1958, sono state interrogate 17.000 donne sulle loro abitudini al fumo durante la gravidanza e lo stato di salute dei loro figli è stato documentato per molti anni.

I risultati erano chiari: tra i bambini le cui madri avevano fumato durante la gravidanza, all'età di 33 anni, avevano un'incidenza significativamente maggiore di diabete o di sovrappeso malato rispetto al gruppo di controllo che non aveva alcun contatto con la nicotina neurotossina nell'utero. Apparentemente, la dipendenza della madre dal suo bambino non nato provoca un disturbo metabolico permanente.

Nicotina: altrettanto forte effetto di dipendenza come eroina

Fumare è una malattia che causa dipendenza che ogni anno muore 7 milioni di persone in tutto il mondo. La vera sostanza che crea dipendenza è la neurotossina nicotina. "Se ci fossero solo sigarette senza nicotina da comprare, non ci sarebbero fumatori", afferma Philip Tönnesen, capo del dipartimento di medicina polmonare presso l'Ospedale universitario di Copenaghen. Anche da sei a otto settimane di consumo regolare di sigarette sono sufficienti per entrare in una dipendenza.

"La nicotina ha un altrettanto forte effetto addictive come l'eroina!" Tönnesen ha avvertito. Il modo migliore per proteggere te stesso e i tuoi figli dal danno del fumo di tabacco non è quello di iniziare a fumare. È stato dimostrato che il divieto di fumare nelle istituzioni pubbliche, come le scuole, contribuisce in modo significativo alla prevenzione del fumo. Studi dagli Stati Uniti hanno dimostrato che nelle scuole in cui esiste un divieto rigoroso di fumo per studenti e insegnanti, un numero significativamente minore di giovani diventa fumatori.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento