11 domande sulla fascia (colloquio esperto)

Faszien - un termine che è attualmente sulla bocca di tutti. Ma cosa sono le fasce e cosa servono? Questa e altre domande hanno risposto a Faszienforscher Dr. Robert Schleip, biologo umano e direttore del "Progetto di ricerca della fascia" dell'Università di Ulm nella nostra intervista.

1. Che cosa sono i fasci?

Dr. Schleip: Le fasce sono bianche, tessuto connettivo muscolare che circonda ossa, muscoli, tendini e organi come una conchiglia. La nostra fascia forma una rete che attraversa tutto il corpo, dandole struttura. In passato, questo tessuto era piuttosto trascurato nella medicina convenzionale. È stato considerato più o meno come un "organo di imballaggio".

2. Qual è la funzione della fascia?

Dr. Schleip: Negli ultimi anni, è stato scoperto che questo tessuto connettivo muscolare, fibroso ed elastico ha molte funzioni importanti nel corpo: è uno dei nostri organi sensoriali più importanti per la percezione del corpo. Oltre 100 milioni di terminazioni nervose si trovano in questa rete di tessuto collageno. I collageni sono proteine ​​che formano fibre del tessuto connettivo.

Un'altra caratteristica è che la fascia influisce sulla trasmissione muscolo-muscolo. Supporto della fascia e forma anche il corpo. Pertanto, la fascia sana, ad esempio, può prevenire il mal di schiena.

3. Come mai quella fascia si unisca e quali sono le conseguenze?

Dr. Schleip: fascia e fascia sane in giovane età hanno spesso una struttura a traliccio a forbice e sono quindi in modo ottimale elastico. Nelle persone anziane, ferite o inesperte, il tessuto opacizzato dalle fibre di collagene ha una geometria disordinata e aderisce.

Il più delle volte, questo è dovuto alla mancanza o all'utilizzo errato, quindi alla mancanza di movimento. Questa sotto-richiesta della fascia è abbastanza comune. Tuttavia, il tessuto in feltro può verificarsi anche se una parte del corpo è stata intonacata. Di conseguenza, uno non è più così mobile e diventa rigido.

Negli atleti, anche la fascia può essere avvertita, il che è dovuto a un'eccessiva richiesta delle fasce.

4. La fascia dovrebbe causare mal di schiena - c'è qualcosa a riguardo?

Dr. Schleip: Sì, è vero! Tuttavia, non conosciamo ancora la percentuale di fascia responsabile del mal di schiena. Tuttavia, sappiamo che anche se un disco erniato è presente, nella maggior parte dei casi non è responsabile per il mal di schiena. Per almeno l'80% degli stati di dolore alla schiena: causa sconosciuta.

E qui la fascia entra in gioco. È stato trovato che questi sono significativamente alterati e appiccicosi nei mal di schiena rispetto alle persone in buona salute e che le fasce posteriori nell'uomo hanno numerose terminazioni nervose che servono alla percezione del dolore e del movimento.

5. Sono quindi molte le presunte lesioni muscolari più probabili lesioni della fascia?

Dr. Schleip: puoi dirlo, sì. Il cosiddetto dolore muscolare, per esempio, dovrebbe in realtà essere chiamato "sbornia della fascia". Poiché le terminazioni nervose libere, che sono molto sensibili da uno a due giorni dopo l'esercizio, si trovano nella guaina del muscolo fasciale e non nel muscolo stesso.

Tuttavia, non si sa esattamente perché le fasce ora fanno male quando i muscoli indolenziti. Potrebbe essere che la guaina muscolare abbia subito micro lesioni. Tuttavia, potrebbe anche essere che il muscolo stesso è stato ferito, e la guaina muscolare poi fa male come un tessuto di allarme designato.

6. L'allenamento della fascia è buono contro i dolori muscolari?

Dr. Schleip: per i muscoli indolenziti, i rotoli di fascia possono essere di aiuto. Questi non solo stimolano il tessuto connettivo, ma anche la pelle, i muscoli e altri tessuti. Ora ci sono recensioni relativamente affidabili e basate sull'evidenza che dimostrano che il dolore viene effettivamente ridotto da un ruolo successivo - che chiamerei ora trattamento di rigenerazione piuttosto che allenamento - in modo efficiente. E ancor più dei successivi massaggi; presumibilmente perché quando si rotola la circolazione e la stimolazione vengono promosse anche più che con i massaggi.

Nuovi studi, incluso il Journal of Sport Rehabilitation, hanno anche dimostrato che con i rulli con nucleo vibratorio l'attenuazione del dolore soggettiva è ancora più intensa.

Ad esempio, se ti riscaldi con una fascia, prima dello sport, hai buone possibilità di prevenire l'indolenzimento muscolare. Il riscaldamento migliora il flusso di sangue al corpo e aumenta l'elasticità delle guaine muscolari, in modo che le lesioni siano meno probabili. Questo effetto preventivo non è ancora chiaro, ma indica qualcosa. Ma anche qui: se ti alleni troppo durante l'allenamento, devi aspettarti dolore.

7. Come posso allenare la mia fascia e cosa porta la formazione?

Dr. Schleip: ci sono quattro pilastri con cui puoi allenare la tua fascia in modo ottimale:

  1. Con i rotoli di fascia o le palle è possibile mantenere il tessuto connettivo elastico e allentare la fascia legata. Tuttavia, i ruoli non sono l'unica opzione e non sono sufficienti per un Faszientraining da solo.
  2. Almeno altrettanto importanti sono i movimenti elastici, che mantengono la fascia elastica. Nello sport per la salute, sfortunatamente, questo allenamento di rimbalzo è stato a lungo ignorato, in quanto si riteneva che si potesse allenare muscoli e circolazione in modo diverso efficiente e si avrebbero meno danni alla congestione. Tuttavia, ora è importante riscoprire i movimenti di rimbalzo e scattare, come si allena attraverso di loro piuttosto il bianco rispetto al tessuto rosso. Sebbene non sia possibile allenare separatamente questi due tipi di tessuto, è possibile concentrarsi su di essi. Esempi di sport sarebbero saltare saltando o trampolino.
  3. Inoltre, lo stretching allungato, simile a un gatto, fa bene il tessuto. Qui è importante che lo stretching non solo solleciti un muscolo, ma sia eseguito olisticamente e dinamicamente. Perché questo stimola le catene fasciali che corrono su diverse articolazioni. Particolarmente adatto qui per esempio, yoga, Thai Chi o esercizi di Qi Gong.
  4. Ultimo ma non meno importante, la fascia dovrebbe anche essere allenata come un organo percettivo attraverso i movimenti sottili che allenano i sensi. Gli scienziati sportivi parlano spesso del cosiddetto allenamento sensomotorio. Viene effettuato un tentativo di allenare la sensazione del corpo disattivando gli stimoli visivi (ad es. Occhi chiusi) o condizioni difficili. Ciò include, ad esempio, l'annidamento specifico di singole vertebre su uno schienale mentre si è seduti.

8. Quanto spesso e quanto tempo dovrei allenare la fascia?

Dr. Schleip: Dipende sempre da cosa vuoi ottenere. Se si desidera abbattere il tessuto vecchio di collagene, si consiglia di eseguire la laminazione giornaliera per alcuni minuti per area. Ma se vuoi consolidare il collagene, rotolerei solo ogni due o tre giorni, perché l'accumulo di collagene ha bisogno di una certa quantità di tempo di ripercussione.

9. Posso fare qualcos'altro per la mia fascia?

Dr. Schleip: Ovviamente, l'esercizio fisico è la cosa più importante per la nostra fascia. Ma anche una dieta equilibrata e un sonno salutare entrano in gioco qui. Uno stile di vita sano, oltre ad un sufficiente esercizio fisico, può aiutare a mantenere elastica la fascia.

10. Come posso sapere se sto esagerando con l'allenamento della fascia?

Dr. Schleip: Sono proprio questi movimenti elastici e saltellanti descritti sopra a causare emotivamente una certa leggerezza giovanile in noi. Questo sentimento può far sopravvalutare le persone. Quindi corrono il rischio di esagerare l'allenamento. Ceppi o lesioni simili possono quindi essere il risultato.

Soprattutto gli uomini più anziani devi rallentare in questa esuberanza. Invece, dovrebbero addestrare "adatto all'età", che è lento e ben misurato. Le donne possono sperimentare lividi o vene del ragno se esagerano con il ruolo fasciale.

In America, questo comportamento è più comune che in Germania da osservare: le donne statunitensi si trattano qui fino a quando non si fanno lividi. Presumibilmente questo dovrebbe aiutare contro la cellulite. Significativamente più sano è un allenamento a basso dosaggio e soprattutto più delicato, che può portare a lungo termine a stringere la pelle. Inoltre, il jogging regolare riduce visibilmente la cellulite. Ma bisogna sempre ricordare che la cellulite è anche geneticamente determinata.

11. Ci sono alcuni gruppi di persone per i quali l'allenamento della fascia è piuttosto inappropriato?

Dr. Schleip: Stretching stretching è buono per quasi tutti. I movimenti di equilibrio, come quelli praticati dai frequenti jogger, possono sovraccaricare la fascia. Anche con l'allenamento di rimbalzo elastico devi stare attento. Le persone con infiammazione nel corpo dovrebbero prima lasciarlo svanire prima che possano iniziare ad allenarsi con movimenti leggeri. Anche le persone con osteoporosi dovrebbero praticare i movimenti di rimbalzo solo dopo una visita medica.

Inoltre, le persone che spesso incontrano lividi nella vita di tutti i giorni - e talvolta senza sapere dove - dovrebbero iniziare con un ruolo di fascia morbida e gradualmente aumentare. Perché queste persone hanno un tessuto connettivo debole e si contraggono con un ruolo difficile più lividi.

Conclusione: Faszientraining come supplemento

Dr. Schleip: Con tutto l'entusiasmo dovresti vedere un allenamento della fascia come supplemento - e non come sostituto - per allenamento muscolare, circolazione e coordinazione. Come spesso, anche qui è la combinazione.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento